Siamo fatti per imparare qualcosa

“Io non leggo mai, non leggo libri, cose… pecché che comincio a leggere mo’ che so’ grande? Che i libri so’ milioni, milioni, non li raggiungo mai, capito? pecché io so’ uno a leggere, là so’ milioni a scrivere, cioè un milione di persone e io uno mentre ne leggo uno… ma che m’emporta a……

Una giornata particolare

“Solo che oggi per me è una giornata particolare, lo sai? È come un sogno, quando… quando vuoi gridare e non… e non ci riesci perché ti manca il respiro. Poi hai voglia di parlare, parlare, parlare! Te ne accorgi, vero? (…) Senti, perché non ci ridiamo sopra? Piangere… si può farlo anche da soli,……

Correva l’anno

L’immagine degli anni che corrono, l’ho sempre trovata piuttosto bizzarra. È diventata un’espressione così diffusa (ci fu addirittura una trasmissione televisiva con questo nome) che, come è successo per molte altre parole “manomesse” dalla velocità tecnologica (per esempio, navigare), non facciamo più caso alla sua connessione distorta con il tempo. Per dire, non sarebbe molto……

Siamo uomini o caporali?

Ci piace spaccare il mondo a metà, o quasi. Est e ovest, nord e sud, buoni e cattivi (“che poi così cattivi non sono mai…”, Loredana Bertè, Dedicato, 1979), e l’elenco potrebbe continuare all’infinito. Una di queste dicotomie aveva interessato anche Don Milani, “Se voi avete il diritto di dividere il mondo in italiani e……

Viviamo strani giorni

“Mi lambivano suoni che coprirono rabbie e vendette di uomini con clave. Ma anche battaglie e massacri di uomini civili. L’uomo neozoico dell’era quaternaria”. Che il Maestro avesse una visione del mondo troppo avanti per i suoi (e i nostri) tempi è un fatto largamente condiviso, ma è soprattutto in questi strani giorni che abbiamo……