È arrivato il tempo delle convention aziendali

Appena nelle strade cominciano a sbrilluccicare gli addobbi natalizi, ecco riproporsi le “indispensabili” convention aziendali. Veri e propri happening, sempre più “americani”, con tanto di sontuoso buffet finale. Una passerella di best practice che, di reparto in reparto, hanno l’ardire di impressionare gli astanti a colpi di fogli di Excel in corpo 8. A parte……

La voglia di scrivere è una figlia di checklist

Sia che scriviamo la lista della spesa o la tesi di laurea, il punto di partenza è sempre rappresentato da una manciata di idee organizzate sotto forma di mappa. Ossia, una sorta di prospettive semplificate che, una volta sgombrato il campo da tutto il superfluo, mettono a fuoco solo le informazioni che effettivamente servono. Il……

Se non riesci a infastidire nessuno, scrivere è inutile

Quando in calce a un articolo leggo una lunga teoria di commenti che lo avversano, mi viene in mente questa citazione attribuita allo scrittore britannico Kingsley Amis. Mettendo da parte gli attacchi sul piano personale (quando non si discutono più le idee altrui, il contraddittorio si riduce unicamente a una chiacchiera con se stessi), le……

Due o tre cose che credo di aver capito

Poi un giorno, senza un motivo particolare, vedo la strada che ho percorso e chiedo a me stesso cosa mi abbia portato fin qui. Non tanto un bilancio fra cose azzeccate e cose disastrose, ma più che altro la definizione di una sequenza di “ripartenze”, dove nulla si sottrae e tutto si somma. Una linea……

Chiedimi se sono felice

Rimango sempre piuttosto interdetto quando sento dire dai partecipanti ai miei corsi di formazione che non sono felici. Si tratta in larga parte di ventenni che stanno cominciando a prendere dimestichezza con le “cose della vita”: un progetto di famiglia, un lavoro, un’idea di crescita. Al netto dell’atavico malessere tipico della giovane età (anche a……