La sostenibile gentilezza di dire “no”

Mano aperta che tiene un pin di legno con scritto "no"

In via generale, dire di “no” non piace a nessuno, soprattutto per non rimanere impigliati negli inevitabili contraccolpi psicologici nostri e altrui. Eppure, alcune volte è imprescindibile “difendersi” e declinare l’offerta o la richiesta. D’altra parte, è pure vero che i “sì” ci fanno apparire più gradevoli, ma attenzione a non abusarne deliberatamente, perché se …

Si chiama problema perché ha una soluzione

Una delle parole che più riecheggia in qualsiasi organizzazione è sicuramente “problema”, con tutte le sue variegate declinazioni: “abbiamo un problema”, “sarà un problema”, “non vogliamo avere problemi”. Senza contare le numerose strutture operative che hanno un problema per ogni soluzione. La ragione del nostro pessimo rapporto con questo sostantivo va fatto risalire ai tempi …

Voler avere ragione a tutti i costi o perseguire il desiderio di essere felici?

Da quando gli esseri umani si sono organizzati in strutture sociali e funzionali, le loro relazioni si sono polarizzate su due differenti modi di porsi le domande: ordine o conflitto? Sia nella prospettiva di Marx (il conflitto è il fattore patologico delle società capitalistiche) che in quella di Weber (il conflitto è la condizione normale …