Il prima, il dopo e il loro doppio

In molti si sono chiesti cosa sarebbe successo se la pandemia fosse arrivata trent’anni fa, in un’epoca che, traguardata con gli occhi di oggi, ci appare come il nostro medioevo tecnologico. Avremmo vissuto il lockdown senza Dad, smart working, videocall e, come non dirlo, non avremmo letto nemmeno gli ottimistici post dell’andrà tutto bene dell’inizio.……

Ricominciare dall’ibrido

Usciremo, sì usciremo. Ci guarderemo di nuovo in faccia, senza bisogno di accendere un display. Le attività umane riprenderanno il loro corso dentro una “nuova” normalità, ma questa tragedia mondiale ci ha già cambiati. Non siamo più i consumatori, i lavoratori, i cittadini, gli esseri umani di prima. E quando proveremo a recuperare i vecchi……

Parole virali

Nel silenzio cimiteriale nel quale sono avvolte le nostre città, solo le parole sembrano muoversi indisturbate. Nella simultaneità della rete, mai come ora ci siamo resi conto del loro peso. Fra informazioni scientifiche, bollettini numerici e fake news, le nostre vite, forzatamente ridotte alla sola dimensione virtuale, molto più di prima si influenzano vicendevolmente attraverso……

Noi, quelli del distanziamento sociale

Adesso tocca a noi. Noi, che non abbiamo mai preso del tutto sul serio il racconto di tempi ritenuti troppo lontani per la nostra comprensione. Noi, senza nemmeno il sibilo delle bombe che ci perfora la sottile membrana della paura, stiamo (a fatica) facendo i conti col cosiddetto distanziamento sociale. Nella sacrosanta raccomandazione dell’isolamento, propedeutica……

Il mondo che verrà dopo il virus

Chi avrebbe mai detto che un giorno il biologico si sarebbe imposto a tal punto da accelerare gli scambi digitali? Eppure, questa epidemia, causata da un microrganismo acellulare, ha “contagiato” anche i bit. Nonostante il web esista da qualche decennio, in molte professioni le cose sono andate avanti dentro una matrice che ricorda i (bei?)……