Generazione “Mi piace”

Una volta gli sfigati erano quelli che studiavano molto (i “famosi” secchioni) e non uscivano mai di casa, oggi la nuova “moda” dei cosiddetti nativi digitali ti taglia fuori se non collezioni un cospicuo numero di “Mi piace” sul tuo selfie.

I social network cablano il cervello?

Dai cinema ai ristoranti, passando per le sale d’attesa e i mezzi di trasporto pubblico, lo scenario non cambia: una costellazione di piccole lampade votive ridisegna l’universo delle (nuove?) relazioni umane. È ormai evidente come la preoccupazione a consultare continuamente i telefonini sovrasti quella per le persone “fisiche” intorno a noi, familiari compresi.