L’ibrido

Il primo “computer” l’ho avuto nel 1982, l’anno dei mondiali è stato per me anche quello del Commodore Vic20, poi è arrivato il più performante C64 (per quei tempi sembrava di stare in una consolle della NASA) e via di questo passo con la vertigine tecnologica che non dava tregua: 8088, 286, 386, 386 con …

Tanto smetto quando voglio

Ci sono domande che lasciano interdetti. Succede, per esempio, quando ti chiedono se sai perché le marmotte bevono l’antigelo delle automobili, oppure che fine ha fatto la seconda stanghetta del simbolo del dollaro, e via di questo passo fino a scomodare la proverbiale competizione temporale fra l’uovo e la gallina.